Domande frequenti 2018-01-28T00:29:37+00:00

FAQ – Domande frequenti caldaie & condizionatori

  • Cos’è il rendimento?

E’ il rapporto tra la potenza termica convenzionale, che tiene conto del calore perso al camino, e la potenza termica del focolare.

  • Quale tipo di caldaia offre il miglior rendimento?

La caldaia a condensazione perché recupera il calore latente contenuto nei fumi di combustione che nelle caldaie tradizionali viene perso.

  • Chi è responsabile dell’impianto di riscaldamento autonomo?

Il responsabile d’impianto è il proprietario o l’occupante o per essi un terzo responsabile.

  • Cos’è e che caratteristiche deve avere l’apertura di ventilazione? Quando è obbligatoria?

Deve garantire l’afflusso di almeno tanta aria quanta ne viene richiesta dalla regolare combustione del gas.
Per quanto riguarda le caldaie, dette aperture devono avere sezione libera totale netta di passaggio paria 6 cm² per kW bruciati. E’ obbligatoria in qualsiasi locale in cui sono installati apparecchi a gas di tipo A o B o apparecchi di cottura e va installata con un diametro minimo di 10 cm.

  •  E’ vantaggioso il contratto di manutenzione programmata?

Sì, la manutenzione annuale programmata è consigliata e consente, di norma, di accedere a tutta una serie di servizi addizionali. Contatti i nostri uffici per scoprirne i vantaggi o vada nella sezione dedicata agli abbonamenti.

  • A cosa dobbiamo prestare attenzione al fine di tutelare la nostra sicurezza? 

Oltre ai numerosi suggerimenti che può trovare visitando il nostro sito, sul libretto d’uso è descritto tutto ciò che serve all’utente per un buon utilizzo dell’apparecchio e le relative prescrizioni di sicurezza.

  • Perché la manutenzione non si fa solo a inizio autunno, prima di accendere il riscaldamento?


Oltre il 90% delle caldaie sono utilizzate sia per produzione di acqua sanitaria che per riscaldamento ambienti. Significa che la caldaia rimane accesa tutto l’anno. Questo vuol dire che il nostro intervento può avvenire in qualunque periodo dell’anno proprio per garantire la vostra sicurezza e nel pieno rispetto della legislazione in vigore. Eseguire gli interventi di manutenzione nel periodo Gennaio-Luglio ci consente inoltre di fornire un’assistenza migliore nel periodo invernale quando si presenta la necessità di eseguire interventi urgenti.

  •  Che cos’è la dichiarazione di conformità dell’impianto?

È un documento obbligatorio per legge che deve essere rilasciato dall’installatore dell’impianto nei casi di:
• nuovo impianto
• ristrutturazione
• sostituzione caldaia

  • Cos’è l’Analisi di Combustione?

È un’importante operazione eseguita con sofisticate apparecchiature tecnologiche che individuano il rendimento effettivo del generatore di calore analizzando i consumi dell’impianto e la qualità delle emissioni inquinanti. Tale verifica viene effettuata ogni due anni.

  • Cos’è il modello “G e/o F”?

E’ un Rapporto di Controllo Tecnico che secondo la necessita e delle normative viene rilasciato dai nostri tecnici e controfirmato da parte dell’utente alla fine del controllo annuale. Comprova l’avvenuta manutenzione dell’impianto. Deve essere sempre conservato insieme al libretto d’impianto. Ove necessario sarà applicato il bollino e una copia del documento dovrà da noi essere consegnata agli Enti Locali preposti ai controlli.

  • Cos’è il Libretto di Impianto e/o Libretto di Centrale?

Un registro dove vanno annotati gli interventi eseguiti. Il responsabile deve compilarlo con i dati del proprietario, dell’installatore e del responsabile della manutenzione. Vengono annotate le operazioni di manutenzione e delle verifiche strumentali dei controlli effettuati da parte degli enti locali. Deve essere conservato presso l’appartamento in cui è installato l’impianto e accompagna il generatore di calore per tutta la sua durata.

  • Cos’è il “Bollino”?

Per contenere i consumi, limitare l’inquinamento, rendere più sicuri gli impianti termici con potenza nominale inferiore a 35 kw e semplificare le procedure, alcuni comuni, hanno deciso di adottare il “Bollino ”. E’ un contributo obbligatorio ai sensi del DPR 633/72 art. 2 sotto forma di etichetta autoadesiva composta da due o tre matrici separabili con lo stesso numero identificativo. Viene applicato dalle imprese di manutenzione convenzionate al momento della verifica di combustione sul rapporto tecnico o sul libretto negli appositi spazi, convalidandolo come autocertificazione:

  • Sulla copia del rapporto di controllo che l’utente deve conservare con il libretto d’impianto;
  • Sulla copia che il manutentore convenzionato deve trasmettere alla Provincia;
  • Un eventuale terzo sulla copia che rimane al manutentore.

La presenza del “Bollino ” sull’allegato ne certifica l’avvenuto pagamento ed esonera il responsabile d’impianto dal pagamento del costo della verifica in caso di controllo da parte dell’Ente preposto. La nostra azienda fornisce agli abbonati il “Bollino” gratuitamente.
Per maggiori informazioni vi consigliamo di contattare i nostri uffici allo 0541/602044 oppure di mandare un’e-mail.